Novità editoriale

È da pochi giorni disponibile il Libro “Ortodonzia nel Paziente Adulto“, nuova pubblicazione della Prof.ssa Giovanna Garattini, della Dott.ssa Elena Bazzini e del Dott. Luca Boschian-Pest. Di seguito uno stralcio della presentazione del libro a cura del Prof. Alberto Caprioglio e della prefazione a cura del Prof. Damaso Caprioglio.

 

"…….Il Quaderno è stato diviso in 8 capitoli ove il Lettore potrà trovare conferme e soluzioni ai suoi problemi di turno. L’iconografia, molto precisa, nitida e corredata da numerosi casi clinici, è completata con una ottima documentazione di pratica utilità. È quindi una monografia da consigliare non solo agli neofiti ma anche agli ortodontisti più esperti, perché troveranno tanti piccoli, o forse grandi, suggerimenti per migliorare……..."

Prof. Alberto Caprioglio

 

"…….Ne è scaturita una monografia di notevole valore scientifico e di grande utilità pratica come è stato già ben delineato nella presentazione.

Ogni ortodontista, dal più esperto allo specializzando, troverà nozioni cliniche e di ricerche facilmente applicabili nella multiforme variegata, difficile ed insidiosa terapia ortodontica dell’adulto, ove ancora una volta si rivela fondamentale e insostituibile l’approccio inter e multidisciplinare. Come infatti è ben dimostrato nella sequenza dei vari capitoli ove la diagnosi e le problematiche ortodontiche sono sempre affrontate unitamente alle altre varie discipline: dalla parodontologia, alla conservativa, alla prostetica, alla chirurgia oro-maxillo-facciale, alle problematiche più complesse…….. Il numero 37 della monografia è particolarmente caro alla professoressa Giovanna Garattini e sono certo che sarà foriero di gratificazioni e riconoscimenti! Da parte mia la più ampia soddisfazione di avere accolto nella collana il frutto della sua prestigiosa Scuola e di sentire la sua amicizia ancora più profonda, sentita e vivificante."

Prof. Damaso Caprioglio

Ortodonzia invisibile

Essa si avvale di differenti dispositivi in grado di risolvere una vasta gamma di problemi ortodontici:

- gli allineatori trasparenti (Invisalign): si tratta di una serie di bites termostampati che vengono prodotti su misura e portati dal paziente 22h/die (si rimuovono solo in corrispondenza dei pasti e durante le normali manovre di igiene orale) e che generano piccoli spostamenti dentari progressivi;

- l'ortodonzia linguale "su misura" (WIN Lingual Systems): si avvale di tecnologie computerizzate simili a quelle ideate per la produzione degli allineatori trasparenti ma impiega brackets (attacchi di differente lega metallica) posizionati sulla superficie interna (linguale) dei denti;

- un’altra metodica consiste nell’applicazione di fili/archi direttamente incollati sui denti (bracketless fixed orthodontics), senza che siano applicati brackets di alcun tipo. Questa metodica innovativa può trovare indicazione per piccoli spostamenti dentari, soprattutto in pazienti adulti.

Estetica dei tessuti periorali (fillers con acido ialuronico)

L'acido ialuronico in gel, sfruttando la sua totale compatibilità con i tessuti umani, viene utilizzato quale riempitivo per alleviare i segni (rughe) che il trascorrere del tempo lascia sul viso delle persone.Le zone in cui noi impieghiamo i fillers sono: rughe periorali ("codice a barre"); rughe della marionetta (agli angoli della bocca); labbra (miglioramento del contorno e del volume); pieghe naso-geniene. Ciascuna di queste aree richiede l'impiego di fillers a diversa densità per garantire un risultato estetico soddisfacente. Al termine della seduta di applicazione del filler, la funzionalità del distretto interessato riprende immediatamente mentre, per 3-4 giorni, possono rimanere piccoli segni nelle aree di inoculazione del filler stesso. Gli effetti benefici dell'acido ialuronico hanno una durata media di circa 6 mesi poichè esso è totalmente riassorbibile.

Analgesia sedativa

E' una tecnica che impiega una miscela di ossigeno e protossido d'azoto, tarata individualmente su ciascun paziente, per indurre una sensazione di benessere e rilassamento: particolarmente indicata in adulti e bambini odontofobici o che presentino spiccato riflesso del vomito.Il paziente respira la miscela attraverso una confortevole mascherina nasale, rimane cosciente e collaborante e conserva i propri riflessi protettivi per tutta la durata del trattamento. Al termine della seduta odontoiatrica il paziente respira ossigeno puro per pochi minuti e l'effetto del gas svanisce completamente, lasciandolo nelle condizioni di rientrare a casa autonomamente, senza effetti secondari rilevanti.Il protossido d'azoto non è tossico nè allergenico, non viene metabolizzato a livello sistemico (non passa attraverso fegato, reni, etc ) ma viene espulso attraverso la respirazione. Può essere utilizzato anche nei bambini piu’ piccoli.

Le uniche controndicazioni al suo utilizzo sono costituite da:

- gravi malattie respiratorie e/o ostruzioni nasali;

- primo trimestre di gravidanza;

- protesi timpaniche;

- interventi al corpo vitreo nel mese precedente l'utilizzo del protossido stesso.- tossicodipendenza;

- malattie psichiatriche.

Nel caso di pazienti particolarmente fobici o poliallergici o con patologie sistemiche significative, lo studio si avvale della consulenza di un medico Specialista in Anestesiologia e Rianimazione .

Sbiancamenti dentari

Esistono differenti tipi di sbiancamento dentario: quello interno e quello esterno. Il primo è indicato nel caso di denti devitalizzati discolorati e viene effettuato alla poltrona in una o più sedute a seconda delle necessità.Lo sbiancamento esterno invece viene consigliato nei casi di discromie dentarie generalizzate (ad esempio da tetracicline), di perdita di luminosità del sorriso dovuta al passare degli anni oppure per schiarire il colore naturale della dentatura. Questa procedura può essere effettuata alla poltrona in una sola seduta oppure con l'ausilio di mascherine trasparenti fabbricate su misura, da utilizzare a domicilio sotto lo stretto controllo dell'odontoiatra.

Trattamento del russamento e delle apnee notturne

Negli ultimi anni il tema del russamento e delle apnee notturne è stato molto approfondito.Nei bambini una scarsa ossigenazione del cervello è spesso correlata a minor rendimento scolastico, sonnolenza ed irrequietezza serale; nell'adulto questi fenomeni sono spesso associati a sonnolenza diurna, senso di spossatezza, disturbi cardiaci notturni e problemi coniugali.In molti casi, quando sono presenti russamento e/o apnee notturne da lievi a moderate, trovano indicazioni di impiego le apparecchiature rimovibili notturne costruite "ad hoc" su ciascun paziente. Queste apparecchiature risultano essere più confortevoli e meglio tollerate rispetto ad altri dispositivi e, nella maggioranza dei casi, diminuiscono drasticamente il numero di apnee notturne.

Paradenti sportivi

L'utilizzo di un paradenti sportivo è di fondamentale importanza: esso separa i denti dai tessuti molli orali ed impedisce alla mandibola di chiudersi con forza contro il mascellare superiore.Le caratteristiche fondamentali di un paradenti sono:- comfort;- stabilità;- resistenza e protezione contro gli urti;- rispetto dei tessuti molli orali;- rispetto dell'integrità delle gengive. Tutto questo può essere garantito soltanto da paradenti individualizzati e fabbricati su misura per ogni paziente.L'uso del paradenti è consigliato non soltanto per gli sport di contatto (judo, karate, etc) ma anche per quelli dinamici (rugby, hockey, etc) e per quelle discipline considerate meno pericolose ma che, in realtà, spesso portano a traumi dentari (i denti più colpiti sono gli incisivi superiori) e/o facciali (basket, calcio, etc).

Radiologia digitale

Le apparecchiature radiografiche dello studio (ortopantomografo/teleradiografo; radiografico endorale) sono digitali e di ultima generazione. Esse permettono di eseguire radiografie impiegando minori dosi di radiazioni rispetto a quelle tradizionali ed inoltre lo "sviluppo" delle radiografie non prevede l'utilizzo di soluzioni di sviluppo e di fissaggio, garantendo una maggiore ecosostenibilità delle procedure.Le teleradiografie del cranio, che molto spesso costituiscono parte integrante del processo di diagnosi ortodontica, vengono eseguite con metodica digitale e utilizzate direttamente per il tracciato cefalometrico computerizzato. Cio’ garantisce una maggiore precisione delle misurazioni e, quando necessario, una simulazione degli effetti delle terapie (morphing).

Please reload